Venerdì, 02 Agosto 2013 17:00

Agenzia Dogane e Monopoli di stato, continua la Spending Review

Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Roberto Conci


Prosegue l’iter di riorganizzazione dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato. Il processo di accorpamento fra Dogane e AAMS (azienda autonoma dei monopoli di Stato)  durerà tre anni per concludersi nel 2015. Secondo il piano di riforma, entro la fine del 2015 è prevista la soppressione di sette uffici a livello Nazionale e tre posizioni dirigenziali, rispetto agli attuali 28. Entro il 31 dicembre 2013 verranno soppressi quattro uffici in esubero; nel 2014 si procederà all’adeguamento delle divisione operativa e informatica, mentre entro la fine del 2015 sarà avviata la soppressione delle ultime tre strutture.
 
Si preannunciano infatti importanti novità per l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che, nell’ambito del processo di accorpamento e con l’obiettivo di realizzare un ulteriore risparmio di risorse (circa un milione di euro all’anno), il personale di 15 sedi periferiche sarà trasferito, prevedibilmente entro il 2013, nella sede dell’ufficio doganale locale. 
 
Con eccezione di Vercelli e Pisa per le quali è stata prescelta la sede della sezione dei Monopoli. Le altre sedi unificate sono: l’Aquila, Ferrara, Reggio Emilia, Como, Asti, Torino, Oristano, Messina,Carrara, Livorno, Trento, Aosta,Grosseto.
 
Per la nostra provincia, causa anche la necessità di ridurre la superficie media a disposizione di tutti i dipendenti pubblici a (25 mq per ognuno), l’Agenzia delle Dogane con un provvedimento del 15.7.2013 ha deciso di trasferire gli uffici dei Monopoli di Stato, nel compendio degli Uffici Finanziari, in Via Vannetti 13, a Trento, liberando lo stabile di Vicolo del Vo’, n. 32. 
La questione è stata affrontata nelle riunioni sindacali, avutesi con i vertici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato del 25 e di ieri 31 Luglio 2013, alle quali ha partecipato la FLP –Finanze-.
 
Il sindacato - in una nota - ha espresso un parere più che positivo per l’operazione d’accorpamento logistico che va nella giusta direzione del risparmio di spesa dei costi dello Stato.
 
E’ stato annunciato che entro il prossimo mese di Settembre avverrà lo sgombero del 5° piano di Via Vannetti 13, attualmente occupato da una parte del personale dell’Ufficio delle Dogane di Trento, per far posto entro il mese di Novembre al personale dell’attuale Ufficio dei Monopoli di Stato. Ufficio dei Monopoli che conta su un organico di 19 Unità ma con una presenza effettiva di 17 impiegati.
 
Il predetto Ufficio oggi ha competenze su tre provincie, Trento-Bolzano-Belluno. 
 
L’Ufficio dei Monopoli gestisce attualmente circa 1400 rivendite di tabacchi; circa 700 ricevitorie del lotto; un albo di circa 1750 esercenti delle famose macchinette dei giochi; circa 750 “patentini” o autorizzazione alla rivendita di tabacchi.
I locali dell’attuale Ufficio dei monopoli siti in Via Vicolo del Vo’, hanno una superficie di circa 500 mq, che verranno restituiti all’Agenzia del Demanio. Quest’ultima, ha il compito di alienare o fittare gli immobili dello Stato per rispondere alle esigenze di cassa e risparmio di spesa.
 
Chiaramente il trasferimento dell’AAMS comporterà un abbattimento dei costi relativi all’elettricità, al riscaldamento, spese condominiali e quant’altro. Oltre al risparmio delle spese di affitto dei garage per le auto di servizio e dei dipendenti.
 
I dubbi della FLP sono invece rivolti al “misero” organico dell’attuale Ufficio dei Monopoli se si considerano le tante incombenze in capo al medesimo. Oltretutto tra qualche mese ci saranno almeno quattro o cinque pensionamenti che renderanno improbo il lavoro da svolgere da parte dei pochi “superstiti”, soprattutto nel campo dei giochi e delle macchinette che crescono a vista d’occhio.
 
Inoltre, sempre nel campo degli accorpamenti e dei risparmi di spesa, a breve partirà anche la fusione tra Agenzia del Territorio e Agenzia delle Entrate. La prima (attualmente occupa un intero piano negli Uffici Finanziari di Via Vannetti 15) sarà ospitata dall’Agenzia delle Entrate, con sede in Via Brennero a Trento.
Anche per questa operazione la FLP si è dichiarata favorevole perché consentirà un notevole risparmio dei costi di gestione, andando a liberare un intero piano che potrà essere messo a disposizione di qualche Ufficio Statale che semmai attualmente ha una locazione passiva 
 
Leggi altri articoli della rubrica "News dal Trentino"
Cucina - Zenzero e Limone

Un amore di cena....

di Luisa Pedrotti

Un amore di cena.... Mancano 10 giorni a San Valentino e non potevamo fare a meno di tentarvi con qualche ricetta da presentare per la cena più romantica dell’anno. Quattro ricette facili e veloci ma …


Arte e Cultura

Teo Teocoli e la sua comicità che piace a tutti

di Stefano Leto

Teo Teocoli e la sua comicità che piace a tutti Ieri sera grande partecipazione all'Auditorium Santa Chiara di Trento per lo spettacolo di Teo Teocoli "Restyling" che ha portato in scena tutti le imitazioni dei suoi personaggi che lo hanno reso famoso.

Lo Stato che non esiste più. "DDR: che cosa rimane?"

di Minella Chilà

Lo Stato che non esiste più.  È il titolo del fortunato volume di Francesco Alberti, edito da Osiride di Rovereto, giunto alla seconda edizione, che verrà nuovamente presentato a Trento lunedì 16 febbraio 2015, alle ore 17.30, presso la Sala degli affreschi della Biblioteca comunale, in via Roma 55.

Presentato a Roma «Nel segno del cavallino rampante - Francesco Baracca fra mito e storia»

di Redazione Trento

Presentato a Roma «Nel segno del cavallino rampante -  Francesco Baracca fra mito e storia» Presentato oggi a Roma, presso il Palazzo dell’Aeronautica alla presenza del Capo di Stato Maggiore Generale Pasquale Preziosa e dell’Assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini, il volume che accompagna e approfondisce la mostra “Nel segno del Cavallino Rampante – Francesco Baracca tra Mito e Storia”, realizzata dal Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni in collaborazione con il Museo “Francesco Baracca” di Lugo e con l’apporto dell'Aeronautica Militare.


 

Musica e Spettacolo

DEEP HOUSE: lenta, calda e sexy come una carezza primaverile

di Michele Anesi

Prima di cominciare a leggere l’articolo consiglio di ascoltare come sottofondo Jessie Ware - Devotion: ti auterà a rilassarti. di Michele Anesi Nella lenta ma costante avanzata di questa rubrica alla scoperta del poliglotto mondo della musica elettronica non si può prescindere da un genere stabile e duraturo come la Deep House.

Nek: ritorno a Sanremo dopo 18 anni

di Stefano Leto

Nek: ritorno a Sanremo dopo 18 anni Nek torna sul palco del Festival di Sanremo a distanza di 18 anni dalla sua ultima apparazione e presenterà il  brano "Fatti Avanti Amore", singolo che anticipa il disco "Prima di parlare", programmato in  in uscita alla metà di marzo.

Cineworld Trento